Acquaviva delle fonti

Acquaviva delle Fonti (Iacquavìve in dialetto locale, fino al 1863 chiamata Acquaviva) è un comune italiano di 20 735 abitanti della città metropolitana di Bari, in Puglia. Celebre per la sua caratteristica cipolla rossa insignita del marchio DOP. I principali monumenti sono il Palazzo de Mari (oggi municipio), la cattedrale di Sant’Eustachio martire e il borgo antico. La cittadina sorge sull’altopiano delle Murge, intorno ai 300 metri sul livello del mare.

Il nome Acquaviva viene dalla falda acquifera cittadina superficiale che si estende sotto il territorio comunale- In passato la città era conosciuta per l’abbondanza d’acqua, tanto che durante i periodi di siccità venivano persone da altri paesi per l’acqua. Tracce dell’importanza dell’acqua per la comunità sono i numerosi pozzi del centro antico e in campagna le Ngegne macchine tradizionali a trazione animale che attingevano acqua dai pozzi artesiani. Gli abitanti di Acquaviva delle Fonti prendono il nome di acquavivesi.


Originally published at www.acquavivalive.it.